IL NOTAIO. Dalla tua parte, sopra le parti

Il Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco – rappresentato dal presidente, Massimo Sottocornola – e la Questura di Como – rappresentata dal Questore, Giuseppe De Angelis – hanno firmato due protocolli d’intesa per la collaborazione su altrettanti temi specifici nella provincia di Como: l’acquisizione e l’affitto di aziende o rami di aziende soggetti ad operare in regime di autorizzazioni di Polizia; e gli atti e negozi giuridici riguardanti cittadini stranieri.

Il protocollo d’intesa relativo al tema dell’acquisizione e affitto di aziende o rami di aziende soggetti ad operare in regime di autorizzazioni di Polizia impegna le parti a promuovere ogni forma di collaborazione per garantire uno scambio di informazioni, con l’obiettivo di contrastare sacche di illegalità.

Il suo ambito di applicazione concerne in particolare le seguenti attività: agenzie d’affari relative all’attività di recupero stragiudiziale dei crediti; attività di fabbricazione e commercio di oggetti preziosi; esercizi destinati all’attività di scommesse, sale bingo, videolottery; esercizi destinati al commercio delle armi (armerie).

In sede di affitto o cessione di aziende che abbiano per oggetto queste attività, i notai  dovranno fornire ai nuovi titolari un vademecum sugli adempimenti obbligatori previsti.

Il protocollo d’intesa relativo al tema dell’immigrazione in materia di atti e negozi giuridici riguardanti cittadini stranieri ha invece l’intento di attivare un canale informativo diretto tra i notai e l’Ufficio Immigrazione della Questura di Como, grazie al quale il notaio può acquisire notizie relative al rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno, in occasione di atti e/o negozi giuridici nei quali siano parte soggetti stranieri.

Con la firma dei due protocolli d’intesa si conferma dunque lo spirito di collaborazione che si è instaurato tra la Questura di Como e il Collegio notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco.